MEGLIO IL NOI!

Inviato da don Mauro il Mar, 31/10/2017 - 22:48
cento parole di comunione

I pronomi sono spesso parole birichine. C'è il pronome IO. Se gli dai spazio non ti salvi più. Ci sono quelli che, di qualunque argomento si parli, hanno sempre da dire: "Anch'io ho visto... quando c'ero io... se fossi io... io lo conosco". In ogni occasione l'io invadente continua a proporsi!

Poi c'è il VOI. Esso si usa per dichiarare una estraneità, un dissenso, talvolta una ostilità. "Ma voi preti... fate presto voi dal pulpito...".
Quando uno dice voi, per lo più dà per scontato che le tue ragioni non le capisce.

Pare invece più logico ed efficace usare il NOI: esso dice che si è nella stessa barca, che si condividono gioie e sofferenze, che si appartiene all'unica comunità cristiana. Certo il noi chiede continuamente un discernimento, umiltà e capacità di 'fare qualche passo indietro' rispetto alle attese personali..

Lavorare insieme, se richiede sforzo, alla fine ripaga. Appunto, non IO ...ma NOI insieme!