I TAGLIATORI DI PIETRE

Inviato da don Mauro il Lun, 03/06/2019 - 08:31
cento parole

Dopo un tempo di pausa, riprende la riflessione....

"Durante la costruzione di una cattedrale medievale a tre intagliatori di pietre fu rivolta a turno la stessa domanda. Che cosa stai facendo? "Sto tagliando le pietre", disse il primo con tono seccato. Il secondo rispose: "Mi guadagno da vivere per me e per la mia famiglia!" Ma il terzo con gioia:"Sto costruendo una grande cattedrale!".

I tre compiono la stessa ed identica attività ma gli esiti sono radicalmente diversi, perché ogni persona imprime ad ogni atto il sigillo della sua umanità, della sua individualità e della sua spiritualità.

Il primo ha scelto l'esperienza della natura monotona del suo lavoro; il secondo nel lavoro cerca una finalità economica rinchiudendo tutto nel piccolo orizzonte del suo interesse.

E' solo il terzo, l'uomo creativo e capace di andare oltre l'apparenza, scoprendone il 'senso ultimo'.
Egli si sente collaboratore di un'opera grandiosa a cui molti partecipano.

Con questa visione della vita tutti diventano preziosi. Per essere poi capaci di vivere in pienezza bisogna avere un senso ultimo, una stella polare che ci guida. Lo Spirito santo sostenga la nostra vita ed il nostro agire perché ci guidi alla pienezza.