Cento parole di comunione

CHI LA FA, L'ASPETTI...

Inviato da don Mauro il Lun, 11/11/2019 - 14:20

Non è ciò che è esterno all'uomo che contamina le cose, che turba i rapporti, che ingarbuglia la vita, ma la fonte di tutto sono sempre le proprie intime intenzioni, ovvero ciò che si cela dentro un cuore che si nutre di invidia, di falsità.

Un cuore libero e gratuito riceve sicuramente ciò che dà, nella misura e nel fine con cui dona. Se offri un fiore ricevi un giardino; se offri una spina , una spina alla fine ti rimarrà.

SGUARDO VERSO L'IMMENSO

Inviato da don Mauro il Lun, 04/11/2019 - 10:25

"Pensa alle cose ultime della vita, quelle che vanno oltre il presente, che legano la tua esistenza con l'eterno e vedrai fiorire sulla tua strada sempre il bene!"
E' la settimana opportuna, questa, per questo sguardo verso l'immenso. Ce lo destano le feste che abbiamo celebrato nella settimana passata.

Soprattutto i cimiteri, visitati da ognuno di noi, con commozione intensa. Un fiore, una lacrima, tanti ricordi.

IL CIELO, MISURA DEL CAMMINO

Inviato da don Mauro il Mar, 29/10/2019 - 11:32

Si annida tra i giovani un nemico che ci impedisce di volare, e che tragicamente si ripete in avvenimenti di cronaca. E' il dramma della droga, quando cioè il cielo è negato per il falso bisogno di godimento immediato (per chi l'assume) e negato dal guadagno facile (per chi spaccia).

Ma non è solo la droga a comprimere il cielo in un giovane. Il cielo è negato quando un giovane vive nella precarietà del suo domani. E c'è solo un modo di vincerla: affrontare il futuro con la competenza e non per l'appartenenza.

CAMMINO SPIRITUALE

Inviato da don Mauro il Lun, 21/10/2019 - 08:36

Mi colpisce sempre la frase di san Paolo:"Non conformatevi a questo mondo, ma lasciatevi trasformare rinnovando il vostro modo di pensare, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto.." (Rm 12,2).

Mi pare che in questo versetto si trovi il nocciolo del cammino spirituale della vita. Quell'ascesi che si rende sempre più necessaria nella vita spirituale, fatta di passi piccoli ma fedeli, quotidiani, nel cammino di Grazia.

ASCOLTA IL CUORE

Inviato da don Mauro il Lun, 14/10/2019 - 18:15

Giovane, impara a guardarti dentro. Ascolta il cuore!
Accogliti per quello che sei. Ama la tua storia, piccola o grande che sia. Stacci dentro senza voler scappare.
Guardati allo specchio e dì a te stesso 'mi piaci'!, anche se ti vedi come un brutto anatroccolo. Perché è lì, faccia a faccia con noi stessi , che diamo il tono alle nostre giornate. Che dipendono da piccoli gesti, da un sorriso, da una battuta....

IL SOLE DI OTTOBRE

Inviato da don Mauro il Lun, 07/10/2019 - 21:31

Il mese di ottobre ci sta regalando giornate di sole meravigliose!
Il bene comune è come questo sole d'ottobre , che dà un tono a tutte le cose.

E' vero, la mela sui rami è già fatta, ma quel tocco di calore la rende saporita, ben matura, piena di succo. Senza, resterebbe verde ed acerba. E' vero, sull'albero le olive già ci sono, ma senza il sole resterebbero povere e senza corpo: non potrebbe fluire il dorato filo d'olio nella loro spremitura.

MITEZZA

Inviato da don Mauro il Lun, 23/09/2019 - 09:21

L'animo mite, benevolo ed accogliente, sa trasformare i casi limite, i momenti più duri della vita, in occasione di testimonianza gioiosa.

La vita è segnata da tante cose storte, illogiche ed assurde. L'assurdo diviene speranza , se vissuto con mitezza. La mitezza evangelica è capace di trasformare le realtà più difficili in occasione di testimonianza eroica. La mitezza diviene così il criterio regolatore dei nostri rapporti personali.

TRE P

Inviato da don Mauro il Lun, 16/09/2019 - 11:10

Scherzava volentieri su quella sigla che simpaticamente riassumeva il suo nome. Tre P, cioè le sue iniziali: padre Pino Puglisi.
Egli ha saputo camminare a testa alta e voleva che i suoi ragazzi camminassero così. Non mafiosi, dal collare scintillante, ma ragazzi veri, che frequentavano il centro Padre Nostro, da lui creato, proprio perché ogni bambino avesse un orizzonte grande come il cielo.

LA PAURA

Inviato da don Mauro il Lun, 09/09/2019 - 14:22

Dopo la pausa estiva...ecco la ripresa!

Nel contesto odierno, dove cresce il benessere, ho constatato che cresce anche la paura. Paura di perdere quanto guadagnato, paura di reggere il confronto con il diverso, paura dello straniero, paura di condividere quanto Dio ci ha donato con chi è più povero perché lo si percepisce come un intruso, uno da mettere alla porta.