Cento parole di comunione

L'ARAZZO DELLA PACE

Inviato da don Mauro il Lun, 30/12/2019 - 14:29

Domani termina un nuovo anno! E' un giorno singolare: mille i sentimenti  e ricordi che si affollano nel cuore.

Mi viene in mente l'immagine dell'arazzo, tessuto di filo in filo nei vecchi telai. Penso ai tanti fili che lo intrecciano. Ciascuno con il suo colore. Un colore per ogni anno della nostra vita. Pensando ai fili colorati, attribuisco all'anno nuovo che ormai si apre il colore del giallo.

LA GRATUITA' DELLE CAMPANE

Inviato da don Mauro il Lun, 09/12/2019 - 13:27

"Venite a pranzare..." sembra l'invito di una mamma che chiama i suoi bambini a tavola ed invita gli ospiti a sedersi, con gioia e premura grande.

Ma questa volta non è la voce di una mamma affettuosa, ma è la voce stessa  di Gesù, sulla riva del lago, in un'alba radiosa dopo una notte devastante. Ha notato la stanchezza dei discepoli, li ha visti scoraggiati e delusi, li ha seguiti con l'occhio amabile dell'amico e con la barca piena di pesci, può finalmente invitarli a sedersi con lui a mangiare, a pranzare in una speranza che trasforma quella notte in giorno.

IL CUORE DEL MONDO

Inviato da don Mauro il Mar, 03/12/2019 - 10:17

L'anziano che teme Dio, diviene un nonno di dolcezza, una biblioteca di scienza, un pozzo di sapienza, uno scrigno di fede ed un maestro nel dolore.

Perché nell'anziano, Dio non guarda i verbi, ma gli avverbi. Non cosa fa, ma come lo fa. Così le prospettive intense dei nonni si intrecciano con quelle lunghe dei giovani, per creare un coloratissimo arazzo di speranza, che ravvivi i nostri paesi.

Grazie ai nonni che sono la sapienza e le radici del mondo!

E tu, Signore, insegnaci a contare i nostri giorni e giungeremo alla sapienza del cuore.

L'APPUNTAMENTO CON DIO

Inviato da don Mauro il Gio, 28/11/2019 - 08:58

Giovane fissa un appuntamento anche con Dio, non solo agli amici ed alla ragazza. Fissa un tempo nella tua giornata per ritrovarti a tu per tu con Lui. E' lì che cresci ed impari ad amare! E se il sabato sera te ne vai in discoteca, non lasciare la tua dignità fuori da quel locale.

Devi perdere la tua vita, ma per una causa più giusta: quella del Regno. Lanciati nella vita, sapendo valorizzare fino in fondo quello che hai nel cuore. Non essere invidioso e non cercare fuori di te la soluzione dei tuoi problemi.

CREARE SINCERITA'

Inviato da don Mauro il Lun, 18/11/2019 - 10:29

Quando costruisci relazioni vere e positive, senti che dentro il tuo cuore leggi le persone che incontri con fiducia, con stima, con serenità. Creare sincerità è tutto!

Parlare davanti, correggere con umiltà e rispetto, non parlando mai alle spalle o di dietro o tramando tranelli contro il fratello. Creare sincerità è il dono più prezioso per una comunità. Perché chi ci conosce bene, fino in fondo è solo e soltanto Gesù, che ci conosce da sempre.

CHI LA FA, L'ASPETTI...

Inviato da don Mauro il Lun, 11/11/2019 - 14:20

Non è ciò che è esterno all'uomo che contamina le cose, che turba i rapporti, che ingarbuglia la vita, ma la fonte di tutto sono sempre le proprie intime intenzioni, ovvero ciò che si cela dentro un cuore che si nutre di invidia, di falsità.

Un cuore libero e gratuito riceve sicuramente ciò che dà, nella misura e nel fine con cui dona. Se offri un fiore ricevi un giardino; se offri una spina , una spina alla fine ti rimarrà.

SGUARDO VERSO L'IMMENSO

Inviato da don Mauro il Lun, 04/11/2019 - 10:25

"Pensa alle cose ultime della vita, quelle che vanno oltre il presente, che legano la tua esistenza con l'eterno e vedrai fiorire sulla tua strada sempre il bene!"
E' la settimana opportuna, questa, per questo sguardo verso l'immenso. Ce lo destano le feste che abbiamo celebrato nella settimana passata.

Soprattutto i cimiteri, visitati da ognuno di noi, con commozione intensa. Un fiore, una lacrima, tanti ricordi.

IL CIELO, MISURA DEL CAMMINO

Inviato da don Mauro il Mar, 29/10/2019 - 11:32

Si annida tra i giovani un nemico che ci impedisce di volare, e che tragicamente si ripete in avvenimenti di cronaca. E' il dramma della droga, quando cioè il cielo è negato per il falso bisogno di godimento immediato (per chi l'assume) e negato dal guadagno facile (per chi spaccia).

Ma non è solo la droga a comprimere il cielo in un giovane. Il cielo è negato quando un giovane vive nella precarietà del suo domani. E c'è solo un modo di vincerla: affrontare il futuro con la competenza e non per l'appartenenza.

CAMMINO SPIRITUALE

Inviato da don Mauro il Lun, 21/10/2019 - 08:36

Mi colpisce sempre la frase di san Paolo:"Non conformatevi a questo mondo, ma lasciatevi trasformare rinnovando il vostro modo di pensare, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto.." (Rm 12,2).

Mi pare che in questo versetto si trovi il nocciolo del cammino spirituale della vita. Quell'ascesi che si rende sempre più necessaria nella vita spirituale, fatta di passi piccoli ma fedeli, quotidiani, nel cammino di Grazia.

ASCOLTA IL CUORE

Inviato da don Mauro il Lun, 14/10/2019 - 18:15

Giovane, impara a guardarti dentro. Ascolta il cuore!
Accogliti per quello che sei. Ama la tua storia, piccola o grande che sia. Stacci dentro senza voler scappare.
Guardati allo specchio e dì a te stesso 'mi piaci'!, anche se ti vedi come un brutto anatroccolo. Perché è lì, faccia a faccia con noi stessi , che diamo il tono alle nostre giornate. Che dipendono da piccoli gesti, da un sorriso, da una battuta....