IL VASAIO

Inviato da don Mauro il Lun, 05/10/2020 - 08:42
cento parole

Nel lavoro del vasaio possiamo intravedere Dio nella sua meravigliosa opera creatrice. Egli pensa la sua creatura, la modella, le dà l'anima, dà inizio alla sua storia lungo il cammino della vita, la segue, la indirizza...

Interviene per evitare che eventuali scontri possano nuocerle o frantumarla e non esita a ripararla con ogni mezzo, anche doloroso, pur di farla diventare vivente nelle sue mani. E' la bellezza del corpo, di quel corpo che nell'esperienza matrimoniale si fa linguaggio meraviglioso dell'amore. Strumento di gioia e di pienezza!

Ma che chiede di essere rispettato in quella castità nativa, così come quando è uscito dalle mani plasmatrici di Dio Creatore, Vasaio del nostro corpo. Ed anche il Creato parla di mani creatrici! Nella sua bellezza e nella sua  armonia.

Come l'immagine del giardino continuamente ripropone a noi, posti da Dio in terra, l'immensità del cielo, l'armonia di un alveare, la bellezza di un fiore o del mare o degli occhi dei piccoli che ci guardano. Tutto ci parla di quelle mani creatrici: perché distruggere con il nostro egoismo questa meraviglia?