LA FRESCHEZZA DEL MATTINO...

Inviato da don Mauro il Lun, 07/06/2021 - 11:39
cento parole di comunione

La freschezza del mattino, il sorgere del sole ci ricordano la bellezza del piano originario di Dio per il creato. Dio ci aveva collocati in un 'giardino' perché Lui è armonia e tenerezza. Ogni cosa ha un suo spazio ed un suo colore.

E' il sogno di un mondo pulito, non inquinato e custodito dove ognuno trova un lavoro, una casa ed una famiglia. Un sogno che è diventato progetto affidato a fragili e forti mani dell'uomo! Dove ogni uomo e donna sono stimati per quello che sono e non per quello che fanno.

Il mondo così concepito, descrittoci nella bibbia diventa una casa accogliente dove noi siamo ospiti e pellegrini e non 'padroni assoluti'. Il Giubileo per gli Ebrei a cosa serviva? A far rivivere nel loro animo questa verità fondamentale: la terra è di Dio, affidata all'uomo in modo non capriccioso ma rispettoso.

Infatti noi siamo abitanti 'senza permesso di soggiorno'; possiamo essere 'espulsi' ad ogni istante. Ci verrà chiesto conto del nostro modo di amministrare.

Ogni cosa va fatta con attenzione e rispetto: è male inquinare, ogni abuso edilizio è un 'peccato mortale', le risorse di bellezza, di arte e di cultura vanno ben utilizzate e sapientemente sfruttate. Soprattutto niente va buttato: ogni cosa infatti è un dono prezioso ed ogni volto è unico e va perciò amato, accolto e valorizzato.