PICCOLI PASSI

Inviato da don Mauro il Mar, 15/08/2017 - 08:55

"Non ti chiedo miracoli o visioni, ma la forza per affrontare il quotidiano. Preservami dal timore di perdere qualcosa della vita. Non darmi ciò che desidero, ma ciò di cui ho bisogno...".
Mi è venuta in mente questa frase tratta da 'Il piccolo principe', incontrando in settimana alcuni anziani o malati.

ESISTERE E' MATURARE

Inviato da don Mauro il Sab, 12/08/2017 - 08:47

"Esistere è modificarsi. Modificarsi è maturare. Maturare è ricreare incessantemente se stessi"
Così scriveva un filosofo francese all'inizio del 1900. Mi pare opportuna anche per noi oggi. Essa esprime limpidamente la tesi che l'evoluzione della coscienza non è prodotta da meccanismi esteriori né da condizionamenti sociali ma è espressione di uno slancio interiore.

UNA LAMPADA NELL'OSCURITA'

Inviato da don Mauro il Lun, 31/07/2017 - 17:00

"Diventa una lampada per coloro che camminano nell'oscurità, un motivo di gioia per quanti sono addolorati, un porto sicuro per gli afflitti.." Questo è un monito scritto dal fondatore di un movimento religioso staccatosi dall'Islam: è un appello all'amore per l'altro. Vorrei soffermarmi a riflettere sull'invito iniziale: una lampada per coloro che camminano nell'oscurità.

SERVIRE LA VITA

Inviato da don Mauro il Mar, 25/07/2017 - 22:00

"Sto pensando di abortire il quarto figlio che porto nel grembo, perché non so come mantenerlo". Pur capendo questo sfogo, sono rimasto colpito dall'apprendere questa notizia televisiva: una madre che vuole sopprimere il dono che porta nel grembo. Nessuno vuole negare le difficoltà nell'allevare e mantenere un figlio; è certo però che tanti si stanno impegnando per difendere la vita!

I TAGLIATORI DI PIETRE

Inviato da don Mauro il Mer, 19/07/2017 - 09:51

"Durante la costruzione di una cattedrale medievale a tre tagliatori di pietre fu rivolta a turno la stessa domanda: Che stai facendo? Sto tagliando le pietre, disse il primo con tono seccato. Il secondo rispose: Mi guadagno da vivere per me e per la mia famiglia. Ma il terzo disse con gioia: Sto costruendo una grande cattedrale!"

I tre compiono la stessa ed identica attività, ma gli esiti sono radicalmente diversi, perché ogni persona imprime ad ogni atto il sigillo della sua umanità, della sua individualità e della sua spiritualità.

TACERE O PARLARE

Inviato da don Mauro il Lun, 10/07/2017 - 15:37

"Parla solo in due circostanze: quando si tratta di una cosa che conosci bene oppure quando la necessità lo esige.
In tutti gli altri casi è meglio tacere..."

Ogni tanto occorre ritornare sul tema del parlare o del tacere.

E' infatti sotto gli occhi di tutti uno strano paradosso: da un lato si moltiplicano parole dette o scritte; dall'altro, mai come adesso, è raro scoprire parole vere che abbiano e diano un senso al nostro vivere.