CERCATORI DI DIO

Inviato da don Mauro il Mar, 14/08/2018 - 08:50

"Siamo cercatori di felicità, appassionati e mai sazi. Questa inquietudine ci accomuna tutti! Non può essere che così: è la nostra vita quotidiana il luogo da cui sale la sete di felicità. Quale felicità cerchiamo? La nostra esperienza quotidiana è spesso tentata di cedere alla rassegnazione, oppure si spalanca continuamente verso una forte necessità di speranza. La speranza ha a che fare con la gioia di vivere; suppone un futuro da attendere, da preparare e desiderare".

UN CAMMINO ESIGENTE...

Inviato da don Mauro il Mar, 31/07/2018 - 15:22

Nel mettere ordine sulla scrivania ho trovato una fotocopia di un testo antico ma molto attuale:

"Quando un popolo, divorato dalla sete di libertà, si trova ad aver a capo dei coppieri che gliene danno quanta ne vuole, accade che, se i governanti resistono alle richieste dei sudditi sono dichiarati tiranni. E avviene pure che chi si dimostra disciplinato nei confronti dei superiori è definito uomo senza carattere, un servo; che il padre impaurito finisce di trattare il figlio come un suo pari, non è più rispettato, che il maestro non osa rimproverare gli scolari e costoro si fanno beffa di lui... In questo clima di libertà, nel nome della medesima, non vi è più riguardo, nè rispetto per nessuno.."
(da la repubblica di Platone 429-348 a.C.).

ESSERE PUNTUALI: SEGNO DI GRANDEZZA!

Inviato da don Mauro il Mar, 10/07/2018 - 21:59

Non ho mai capito come si spieghi il ritardo dei treni: si sa la distanza, si conosce la velocità, che ci vuole a fare un orario?
Più incomprensibile del ritardo dei treni è il ritardatario alla Messa domenicale.
E' un cristiano convinto: la Messa è il centro della vita. Sa l'orario, è sempre lo stesso.
E' domenica: c'è una ragionevole possibilità di organizzarsi
.