DIO PARLA NEL QUOTIDIANO

Inviato da don Mauro il Mer, 07/09/2016 - 13:10

Mi è capitato tra le mani un semplice opuscolo che racconta nove storie di vocazioni al sacerdozio di alcuni giovani. Le ho lette tutte con interesse, soffermandomi su di una in particolare. Mi ha infatti colpito il racconto di Mirko che ha individuato la chiamata di Dio nelle cose semplici della quotidianità. Dio non ama il sensazionale: Egli piuttosto cerca la ferialità ed il grigiore dei giorni!

UNA BUONA PAROLA

Inviato da don Mauro il Mar, 30/08/2016 - 13:12

"La solitudine mi caratterizza. Essa è fondamentalmente mancanza di comunicazione e di relazione. La solitudine è non trovare nessuno che conosca e comprenda la nostra lingua!"

Si tratta di un breve pensiero da una lettera che qualche tempo ho ricevuto da un giovane. Al di là della definizione di solitudine, mi ha provocato il legame tra solitudine e comunicazione.

LA FATICA NECESSARIA ED IL SILENZIO...

Inviato da don Mauro il Mar, 16/08/2016 - 13:14

Sentivo il bisogno di trovare un tempo per il silenzio  e la riflessione e così ho pensato ad una giornata in Valbiandino. Con Nestor e Cao, lasciata l'auto ad Introbio siamo saliti fino al Santuario della Madonna della Neve. In silenzio, contemplando le meraviglie della natura.

Ogni  salita porta con sè una fatica necessaria: occorre calibrare bene le forze ed il passo per evitare di 'scoppiare' dopo pochi metri.

IL GIRASOLE

Inviato da don Mauro il Lun, 08/08/2016 - 13:16

Che a me piacciano i fiori, forse lo avete compreso! Essi sono infatti 'segno' della vita che ogni anno si risveglia dopo il 'sonno' invernale. Meraviglia!

Tutti sono belli ed hanno un loro fascino: tra i tanti che mi piacciono mi è caro ricordare il girasole. Alto, robusto, grosso e giallo: mette gioia e rende felice. Non può vivere a lungo se privato dalla sua fonte di vita: il sole.

RAGIONA CON LA TUA TESTA!

Inviato da don Mauro il Mar, 26/07/2016 - 13:18

Perchè ti vesti così? Perchè sei sempre collegato a WhatsApp? Perchè non vai più a Messa? Che domande!? E' la moda e fan tutti così! Poi, sai non c'è nulla di male ed è bello. Spesso sento espressioni come queste, e non solo per il vestito...
E' più semplice adeguarsi al 'fan tutti così' che fare scelte personali e magari controcorrente. Ecco cosa accade quando ci si lascia condizionare dalle idee altrui...:

LA CROCE E LA BUFERA

Inviato da don Mauro il Lun, 18/07/2016 - 13:19

Nella fede siamo certi che il Signore è  risorto e vivente cammina in mezzo con noi! Questo però non annulla la prova o la sofferenza: "Nella calma si può sviluppare un talento; ma per forgiare un carattere ci vuole la bufera...La vocazione è un'ansia inestinguibile". La bufera non è solo distruttrice ma può addestrare alla lotta, alla resistenza, alla fermezza. Il dolore ha una sua misteriosa funzione educatrice che plasma le coscienze.

AMMAZZARE IL TEMPO....

Inviato da don Mauro il Sab, 09/07/2016 - 13:20

Ormai siamo in vacanza, le scuole sono finite, gli esami sono agli sgoccioli, gli oratori quasi terminati e la montagna o il mare sono mete ricercate! C'è però un'insidia: la consapevolezza di perdere tempo quando non  si fanno le cose in fretta e di non saper cosa fare del tempo risparmiato se non ammazzandolo. Da un lato infatti occorre non perdere tempo, dall'altro quando si ha tempo libero non si sa più cosa fare: ci si rassegna ad 'ammazzare il tempo'   ad aspettare di ritornare ad agitarsi!

ESSERE NELLA FELICITA'

Inviato da don Mauro il Mar, 28/06/2016 - 13:23

Nonostante l'impegno dell'uomo a togliere la prova, il dolore e la sofferenza, sembra tutto uno sforzo inutile! Fatto per essere felice, spesso passa nella tristezza la sua giornata! Mi è capitata tra le mani una pagina di un filosofo dove mi ha colpito questo passaggio: "Per la felicità avviene come per la verità: non si ha, ma ci si è!"